Articolo Gazzetta del Profeta 1883: Restituiteci i nostri Cesti

    Pagina Catalogata come Testi citati nei Libri


"Restituiteci i nostri Cesti" È l'urlo lanciato dai giocatori di Quidditch di tutta la nazione ieri sera quando è stato reso noto che il Dipartimento per i Giochi e gli Sport Magici aveva deciso di bruciare i cesti utilizzati da secoli per segnare punti a Quidditch.

«Non li bruceremo, non esegeriamo» ha dichiarato ieri sera un irritabile rappresentante del Dipartimento alla richiesta di fornire un commento. «I cesti, come forse avresti notato, sono di misure diverse. Abbiamo trovato impossibile uniformare la misure dei cesti in modo da rendere uguali le porte in tutta la Gran Bretagna. Certo potete capire che questo è questione di giustizia. Voglio dire, c'è una squadra su dalle parti di Barnton che ha dei cestini minuscoli appesi ai pali della squadra avversaria, così piccoli che non ci starebbe un chicco d'uva. E dalla loro parte hanno delle enorme caverne di vimini penzolanti. Non è possibile. Ci siamo accordati su una forma ad anello e questo è quanto».

A questo punto, il rappresentante del Dipartimente è stato costrette a battere in ritirata sotto una pioggia di cesti lanciati dai dimostranti inferociti riuniti nella sala. Benché il tafferuglio che ne è seguito sia stati più tardi attribuito ad agitatori Goblin, non ci sono dubbi che i fan del Quidditch di tutta la Gran Bretagna questa sera piangono la fine del gioco così come lo conosciamo.

«Non sarà lo stesso senza cesti, dico io» ha dichiarato malinconicamente un vecchio mago con le guance rubizze. «Mi ricordo che quand'ero bambino li bruciavamo per divertirci durante la partita. Con le porte ad anello non si può. Ci si perde metà dello spasso.»

La Gazzetta del Profeta, 12 febbraio 1883 (HP QaS 6)








Info
Stai guardando TID 5509
(EID 44 - REV 0 By Stefano_Draems)
October 7, 2016

R0

1087 visualizzazioni

Modifica