Gufo

(anche Civetta, Barbagianni, Assiolo)
    Pagina Catalogata come Creature Magiche

Nota
Principali Razze Utilizzate
Gufi Menzionati
Curiosità
Esclusivo di Pottermore
I Pensieri di J.K. Rowling

Gufo Harry Potter - PotterPedia.it


E’ un rapace dalle abitudini prevalentemente notturne. Non nidifica bensì depone le uova all'interno di alberi, grotte e fienili. Ci sono oltre 200 specie di gufi che si nutrono di piccoli animali, insetti, pesci e altri volatili. Fra i babbani non sono uccelli molto amati, invece, nel Mondo Magico vengono allevati e addestrati per compiere funzioni della massima importanza.

Innanzitutto, I gufi sono arruolati per recapitare la corrispondenza tra i maghi: lettere, pacchi e simili sono tutti consegnati tramite gufi. Il volo particolarmente silenzioso e il loro mimetismo naturale, sono caratteristiche che rendono i gufi “postini” ideali, che non attraggono l’attenzione dei babbani. Ovviamente, per svolgere questo compito i gufi devono essere adeguatamente addestrati, ci sono negozi dove gli uccelli in vendita sono già abituati a compiere questa mansione, in Inghilterra uno dei più conosciuti e frequentati è l’Emporio del Gufo a Diagon Alley

I gufi non sono impiegati solo per il recapito della corrispondenza privata ma anche per la consegna di giornali e riviste, come La Gazzetta del Profeta e Il Cavillo, e per scopi commerciali, come accade all’Ufficio Postale di Hoagsmeade. Dove vi sono circa 300 gufi di taglia diverse, da grandi a minuscoli, in funzione della distanza che l’animale deve percorrere, al peso del pacco e a quanto velocemente si deve far giungere a destinazione il messaggio.


Torna in cima





Nota link



I gufi, insieme ai gatti e ai rospi, sono fra gli animali che gli studente della Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts possono portare con sé. Nel castello vi è un’area, la Guferia, dove gli animali sono accuditi e nutriti, vi sono ospitati sia i volatili della scuola sia quelli degli studenti.


Torna in cima

Principali Razze Utilizzate link



Assiolo – per medie distanze e pacchi poco voluminosi
Barbagianni – per pacchi voluminosi e lunghe distanze
Civetta – per medie e lunghe distanze
Civetta delle Nevi – per pacchi voluminosi e lunghe distanze
Civetta Nana - solo per pacchi leggeri e per le consegne locali
Gufo Comune o Gufo Grigio – per pacchi di medie dimensioni e lunghe distanze
Gufo Reale – per pacchi voluminosi e lunghe distanze


Torna in cima

Gufi Menzionati link



Barbagianni della famiglia Lovegood
Edvige, Civetta delle Nevi di Harry Potter
Errol, Gufo della famiglia Weasley
Gufo Reale della famiglia Malfoy
Hermes, Civetta di Percy Weasley
Leotordo, Assiolo di Ron Weasley


Torna in cima

Curiosità link



In passato il Ministero della Magia impiegava gufi interdipartimentale per recapitare i memo da un ufficio all’altro ma, poiché gli animali sono stati sostituito con degli aeroplanini di carta incantata, più silenziosi e meno ingombranti.

Torna in cima

Esclusivo di Pottermore link


La vecchia superstizione britannica secondo cui vedere i gufi volare di giorno porti sfortuna è presto spiegata dal fatto che quando i maghi corrono il rischio di farsi scoprire mandando messaggi di giorno dev'essere successo qualcosa di drammatico nel mondo magico. I Babbani possono subirne le spiacevoli conseguenze anche senza conoscerne la causa.
Essendo uccelli da preda (generalmente) notturni, i gufi vengono inevitabilmente visti come animali sinistri dai Babbani, ma sono fedeli servitori e aiutanti di maghi e streghe da secoli. Nonostante le molte alternative disponibili per la comunicazione magica su lunghe distanze (tra cui Patronus, Polvere volante e dispositivi magici come specchi e perfino monete), gli affidabilissimi gufi rimangono il sistema più usato dai maghi di tutto il mondo.
I vantaggi di usare i gufi come messaggeri sono rappresentati dalle stesse caratteristiche che i Babbani guardano con diffidenza: si muovono col favore delle tenebre, verso cui i Babbani nutrono una superstiziosa avversione, hanno una visione notturna sviluppatissima, sono agili, silenziosi e capaci di aggredire se minacciati. I gufi usati dai maghi di tutto il mondo sono così numerosi che si può tranquillamente supporre che appartengano tutti al Servizio Postale via Gufo del loro paese o a proprietari privati, maghi o streghe.
Che sia perché posseggono un talento naturale per la magia (proprio come i maiali sono ritenuti non magici per natura) o perché sono stati addomesticati e addestrati dai maghi per generazioni, ereditando così le qualità più utili allo scopo dagli antenati, i gufi imparano in fretta e sembrano divertirsi a rintracciare la strega o il mago a cui sono indirizzate le lettere.
L'associazione mistica tra il nome e l'essere umano che lo porta è stata scoperta molto tempo fa da streghe e maghi di tutte le culture. Nonostante il suo meccanismo rimanga un mistero anche per coloro che addestrano i gufetti come animali domestici o gufi postini, questi uccelli sembrano capaci di stabilire un collegamento tra il nome e il suo possessore e di rintracciarlo ovunque si trovi. Un gufo non ha bisogno di un indirizzo, anche se maghi e streghe spesso lo aggiungono alla busta nel caso in cui il gufo venga intercettato e la lettera cada in mani altrui.
Nel caso in cui una strega o un mago non desiderassero ricevere posta (o essere rintracciati in altro modo), dovranno usare uno dei numerosissimi incantesimi di Respingimento, Travestimento o Mascheramento. È possibile proteggersi da tutta la corrispondenza o da quella di un gufo specifico. Se si è decisi a non essere contattati da un creditore insistente o da un ex fidanzato o fidanzata, si può tentare un incantesimo di Mascheramento specifico per quella persona, ma l'ostacolo è facilmente aggirabile chiedendo a qualcun altro di inviare un gufo. In generale, ci vuole una forte magia protettiva, e la disponibilità a perdere molti biglietti di auguri, per evitare la Posta via gufo.
I gufi addestrati sono costosi, e non è raro che le famiglia di maghi ne condividano uno, o usino un Gufo postino.

Torna in cima

I Pensieri di J.K. Rowling link


Il mio amore e interesse nei confronti dei gufi precede di molto la creazione di Harry Potter. Credo risalga a un peluche a forma di gufo che mia madre mi regalò quando avevo sei o sette anni, e che adoravo.
Ovviamente è da molto tempo che i gufi vengono associati alla magia e compaiono in molte antiche illustrazioni di maghi e streghe, secondi solo ai gatti nella classifica delle creature magiche. L'associazione tra questo animale e la saggezza venne stabilita ai tempi dei Romani, perché il gufo è il simbolo di Minerva, dea della saggezza.
Tra le razze di gufo rappresentate nei libri di Harry Potter ci sono il gufo reale (quello di Draco Malfoy, grande, con ciuffi ed espressione feroce); la civetta (come Leotordo, quello di Ron, piccolo, carino ma forse non molto autorevole); e la civetta bianca (l'Edvige di Harry).
Ho commesso alcuni errori basilari nel descrivere Edvige. Innanzitutto, le civette bianche sono diurne (e quindi volano di giorno). Poi, sono praticamente mute, quindi i frequenti gridi e cinguettii di approvazione e consolazione di Edvige devono essere interpretati come un segno delle sue abilità magiche. E infine, come tantissimi esperti di gufi benintenzionati continuavano a scrivermi all'inizio, i gufi non mangiano la pancetta (Edvige viene premiata con della pancetta affumicata quando consegna la posta a colazione).
Quando ho ideato Errol, il vecchio gufo dei Weasley sovraccarico di lavoro, avevo in mente una foto che ricordavo di aver visto e che ritraeva un grosso, buffissimo, morbido gufo grigio dall'aria stupita di cui non conoscevo la razza. Di fatto, mi chiedevo se si trattasse davvero di una fotografia o se la mia immaginazione non avesse distorto l'immagine. Fu con enorme piacere, quindi, che un giorno girai un angolo durante la mia prima visita alla voliera dei Leavesden Studios, dove stavano girando Harry Potter e la Pietra Filosofale, e vidi una fila di grossi, buffissimi, morbidi, grigi gufi dall'aria stupita che mi guardavano battendo gli occhi, tutti perfettamente uguali alla foto semi-dimenticata che pensavo di essermi sognata. Interpretavano tutti Errol, ed erano gufi grigi.




Gufo è presente 216 volte nelle nostre citazioni dai Libri di Harry Potter.
Leggile Ora

4 immagini nella Galleria Fotografica di HarryWeb.net raffigurano Gufo
Guardale Ora

Cronologia


1991 (24 Luglio)
Tramite un gufo, Harry Potter riceve l´invito per Hogwarts.
1991 (31 Luglio)
Hagrid e Harry visitano Diagon Alley.
Harry incontra per la prima volta Draco Malfoy da Madama McClan.
Hagrid regala per il compleanno ad Harry una civetta, Edvige
1991 (Agosto)
Percy regala a suo fratello più piccolo Ron il suo ratto Crosta
Poi si rivelerà che Crosta è Peter Minus
"Si chiama Crosta e non serve a niente; non si sveglia quasi mai. Percy ha ricevuto in dono un gufo da papà, per via che è stato fatto prefetto, ma i miei non si potevano perm…cioè, voglio dire, io invece, ho ricevuto Crosta"
1992 (31 Luglio)
Harry compie 12 anni. La sera c´è una cena con i Signori Masons
Harry riceve una visita da Dobby e un avvertimento via gufo dal Ministero della Magia
1994 (30 Ottobre)
Arriva la risposta di Sirius con la nota di usare altri gufi perchè la civetta è troppo visibile.
Trasfigurazione: Incantesimi di scambio
1994 (1 Novembre)
Harry scrive a Sirius del Calice di Fuoco, usando un gufo della guferia. Edvige è molto irritata.
1995 (22 Gennaio)
Harry scrive a Sirius tramite un gufo marrone sugli eventi della notte precedente
1995 (22 Febbraio)
Il gufo marrone torna con una risposta di Sirius domandando un appuntamento per il prossimo weekend ad Hogsmeade. Harry lo rimanda indietro con una risposta
1995 (5 Marzo)
Un gufo marrone torna con una risposta di Sirius per la conferma di un incontro l´indomani.
1995 (29 Maggio)
Un gufo da Sirius





Ultimi Articoli Correlati

Posta via gufo: no grazie! 2013-11-21 15:22:59
Info
Stai guardando TID 95
(EID 11 - REV 3 By Percy_Smith)
August 23, 2017

R0 R1 R2 R3

30584 visualizzazioni

Modifica