L'importanza di Neville Paciock

(anche The Importance of Neville Longbottom by Douglas Moran)
    Pagina Catalogata come Supposizioni, teorie, approfondimenti

Testo tradotto (italiano)
Testo originale (inglese)

Torna in cima





Testo tradotto (italiano) link



Qui nel LEXICON, ci sono diversi saggi su Harry, Hermione, Ron, Ginny, Piton, luoghi, creature e praticamente qualsiasi altra cosa che puoi nominare. Eppure non c'è un saggio su una persona il cui destino è strettamente legato a Harry e che ha assunto gradualmente ma inesorabilmente un ruolo fondamentale all’interno dei libri: Neville Paciock.

Penso che Neville diventando “rilevante” è il chiaro esempio di come la Rowling ama sviluppare personaggi e relazioni. Considerate Ginny, come discusso in vari saggi qui: ci sono alcuni suggerimenti nei libri precedenti riguardo al suo carattere "vero", ma è tenuta in disparte fino all'Ordine della Fenice, e “venendo fuori” completamente nel Principe Mezzosangue . Allo stesso modo, Neville parte come un ragazzino goffo e buffo - incapace di catturare il suo rospo, inciampando costantemente, dimenticando (o sconvolgendo) incantesimi, dimenticando sempre le parole d’ordine, camminare piuttosto che saltare sul gradino che scompare.

E ancora . . .

Neville © 2003 Lisa Rourke.

Eppure ci sono molti indizi sull’importanza di Neville che si sono sviluppati prima. Sentiamo parlare molto di più di Neville che, diciamo, Dean o Seamus nella Pietra Filosofale. Pur essendo utilizzato principalmente come diversivo comico, Neville è un personaggio molto importante sin dal primo romanzo. E poi nell'Ordine della Fenice, naturalmente, riceviamo un enorme assaggio di suggerimenti che punta verso un ruolo molto più centrale per un figlio di due Auror.

I punti evidenti, naturalmente, sono i paralleli tra Neville e Harry. A parte la pura probabilità, Voldemort avrebbe potuto pensare che Neville sarebbe stato "l'Eletto". Neville nasce contemporaneamente a Harry (HPOF capitolo 37). Come Harry, Neville ha avuto grandi aspettative su di lui (dalla nonna), anche se non sono, naturalmente, dello stesso ordine. Harry non sapeva della sua natura magica fino a quando non ricevette le lettere di Hogwarts; Neville è stato creduto un probabile Magonò fino a circa la stessa età (HPPF capitolo 7). Anche Neville può vedere i Thestrals (HPOF capitolo 21). E anche se sono ancora vivi, anche i genitori di Neville hanno subito un terribile destino a causa di Voldemort (HPOF capitolo 23).

Inoltre, Neville è un Grifondoro, piuttosto che dove ci si aspetterebbe (Tassorosso). E malgrado la sua goffaggine, l'imbarazzo e la timidezza, affronta i suoi timori ancora e ancora. Si consideri che era Neville che fu scelto per la prima volta dal professor Lupin per affrontare il Molliccio - non Harry, o Hermione, ma Neville (HPPA capitolo 7). (E lui lo sconfigge con successo, una meravigliosa previsione del suo successo nell’ E.S..) Neville va con Harry e il resto per combattere i Mangiamorte al Ministero (HPOF capitolo 33). E anche se ha difficoltà, non si arrende e continua a cercare di combattere anche con un naso rotto, anche dopo essere stato colpito da una maledizione (HPOF capitolo 35).

Vale anche la pena notare che solo Hermione è vista come un’ allieva migliore di Harry in Difesa contro le Arti Oscure. Infatti, Neville è lo studente superiore a mio avviso, in quanto inizia molto più tardi (solo Harry era stato uno studente di DCAO migliore di Hermione) e raggiunge un punto dove apprende incantesimi quasi velocemente come Hermione (HPOF capitolo 25) e ottiene Un “Oltre ogni previsione" nel suo GUFO di DCAO. (HPPM capitolo 9). Che risultato per un ragazzo che continua a dimenticare la parole d’ordine della Casa (HPPA capitolo 13).

Mentre i libri andavano avanti la Rowling, pur mantenendo Neville come il ragazzo goffo (ad esempio, l'incidente con il Mimbulus mimbletonia sull'Hogwarts Express in HPOF capitolo 10), ci mostra in molti modi che ovviamente Neville sta migliorando nella conoscenza e nella fiducia. È Neville che ottiene un appuntaamento con una molto popolare Ginny al Ballo del Ceppo (HPCF capitolo 23). È Neville, probabilmente il miglior allievo di Erbologia (tanto che la professoressa Sprite sarà "lieta” di riportarlo nella sua classe M.A.G.O. dopo aver conseguito un “Eccezionale" nella suo G.U.F.O. di Erbologia.) (HPPM capitolo 9). E infine, è assolutamente da notare che la professoressa McGranitt incoraggia e supporta Neville nel proseguire un M.A.G.O. in Incantesimo, contrariamente alla nonna di Neville, anche al punto da dire che lei avrebbe inviato “due righe” alla nonna di Neville per “ricordagli che solo perché lei è stata bocciata nel suo G.U.F.O. in Incantesimi, ciò non vuol dire che la materia sia necessa- riamente inutile
". (HPPM capitolo 9)

Mentre nel mondo di Rowling l'ereditarietà non è tutto e, anzi, ha dimostrato molte volte che lo sforzo e la concentrazione sono più importanti, non si dovrebbe ignorare il fatto che entrambi i genitori di Neville erano Auror (HPOF capitolo 23). Quanto a Neville è determinato, persino Harry lo nota, dopo l'incontro di Natale all’Ospedale St. Mungo, "Le notizie della fuga degli aggressori dei suoi genitori avevano provocato uno strano cambiamento ,addirittura un po’ allarmante, in lui....parlava appena durante le riunioni di DA, ma lavorava implacabilmente su ogni anatema e contro- maledizione nuovi che Harry insegnava loro, la sua faccia grassoccia era tesa per la concentrazione, indifferente a danni o incidenti e lavorava più sodo di chiunque altro nella stanza." (HPOF capitolo 25)

E infine, è molto difficile da credere che forse l’ultima persona a ricevere una bacchetta da Olivander (HPPM capitolo 7) è qualcuno che possiamo definire un “imbarcato”. No; penso che qualcosa stia per arrivare per Neville e penso che sia fondamentale.

Francamente, credo che Rowling si impegna in uno dei suoi passatitempi preferiti - depistare ("Neville è un buffone!") per impedirci di vedere ciò che è proprio sotto il nostro naso ("i destini di Neville e Harry sono collegati"). Credo che Neville sarà un personaggio molto importante nel libro finale. Ma naturalmente, solo il tempo ci dirà.




Torna in cima

Testo originale (inglese) link



Here in the Lexicon, there are multiple essays on Harry, Hermione, Ron, Ginny, Snape, physical locations, creatures, and practically anything else you can name. And yet there is not one essay about one person whose fate is tightly linked to Harry's, and who has been moving gradually but inexorably towards a more important position in the books: Neville Longbottom.

I think Neville becoming more important fits in just perfectly with how Rowling likes to develop characters and relationships. Consider Ginny, as discussed in several essays here: there are a number of hints in earlier books as to her "true" character, but she is kept in the background until Order of the Phoenix, and then brought fully front in Half-Blood Prince. Similarly, Neville starts out as basically comic relief — unable to catch his toad, constantly stumbling, forgetting (or messing up) spells, perpetually forgetting passwords, stepping in rather than jumping over the vanishing step, and on and on.

And yet . . .

Neville ©2003 Lisa Rourke. And yet there are any number of clues that Neville is important that are developed early. We hear much more about Neville than, say, Dean or Seamus in Sorcerer’s Stone. Although used primarily as comic relief, Neville is very much a prominent character from the first novel on. And then in Order of the Phoenix, of course, we receive a huge bolus of hints pointing towards a much more central role for this son of two Aurors.

The obvious hints, of course, are the parallels between Neville and Harry. Other than by sheer chance, Voldemort might have thought Neville was "the Chosen One." Neville was born at the same time as Harry (OP37). Like Harry, Neville has had high expectations placed on him (by his grandmother), although they are not, of course, of the same order. Harry didn't know of his wizarding background until the letters from Hogwarts started arriving; Neville was thought to be a possible Squib up until about the same time (PS7). Neville too can see the Thestrals (OP21). And although they are still alive, Neville's parents also suffered a horrible fate because of Voldemort (OP23).

In addition, Neville is in Gryffindor, rather than where we might expect (Hufflepuff). And despite his clumsiness, awkwardness, and shyness, he faces his fears again and again. Consider that it was Neville who was first chosen by Professor Lupin to face the Boggart — not Harry, or Hermione, but Neville (PA7). (And he successfully vanquishes it, a wonderful foreshadowing of his success in the D.A.) Neville goes with Harry and the rest to fight the Death Eaters at the Ministry (OP33). And though he struggles, he does not give up, and continues to try to fight even with a broken nose, even after he is hit by a curse (OP35).

It is also worth noting that only Hermione is seen as a superior student in Harry's Defence Against the Dark Arts instruction. Indeed, Neville is the superior student in my view, in that he starts out much farther behind (only Harry had been a better D.A.D.A. student than Hermione), and reaches a point where he learns spells nearly as fast as Hermione (OP25) and gets an "Exceeds Expectations" in his D.A.D.A. O.W.L. (HBP9). Quite an achievement for a boy who keeps forgetting the House password (PA13).

As the books have moved along Rowling, while still keeping Neville in his "comedy relief" mode (for example, the Stinksap incident on the Hogwarts Express in OP10), shows us in many ways both subtle and obvious that Neville is advancing in knowledge and confidence. It is Neville who gets a date with a very popular Ginny to the Yule Ball (GF23). It is Neville who is arguably the best student at Herbology (such that Professor Sprout will be "delighted" to have him back in her N.E.W.T. class after he achieved an "Outstanding" in his Herbology O.W.L.) (HBP9). And finally, it is definitely worth noting that Professor McGonagall is encouraging and supportive of Neville pursuing a N.E.W.T. in Charms, against the wishes of Neville's Gran, even to the point of saying that she will send Neville's Gran an owl "reminding her that just because she failed her Charms O.W.L., the subject is not necessarily worthless." (HBP9)

While in Rowling's world heredity is hardly everything, and indeed it is shown numerous times that effort and concentration are more important, one should not dismiss the fact that both Neville's parents were highly-regarded Aurors (OP23). And as far as Neville being determined, even Harry notices that, after the Christmas encounter in the locked ward at St. Mungo's, "The news of his parents' attacker's escape had wrought a strange and even slightly alarming change in him . . . . he barely spoke during D.A. meetings anymore, but worked relentlessly on every new jinx and countercurse Harry taught them, his plump face screwed up in concentration, apparently indifferent to injuries or accidents, working harder than anyone else in the room." (OP25)

And finally, I have a very hard time believing that the person who was perhaps the last to receive a wand from Ollivander (HBP7) is someone we can safely ignore as mere comedy relief. No; I think something's coming for Neville, and I think it's key.

Frankly, I believe that Rowling is engaging in one of her favorite past-times — employing misdirection ("Neville is a buffoon!") to keep us from seeing what is right under our noses ("Neville and Harry's destinies are linked"). I believe Neville will be a very important player in the final book. But of course, only time will tell.








Info
Stai guardando TID 5157
(EID 46 - REV 1 By Marina_Lightwood)
August 6, 2017

R0 R1

6215 visualizzazioni

Modifica