Mappa del Malandrino

(anche Marauder's Map)
    Pagina Catalogata come Oggetti - Oggetti Specifici

Nota
Riferimenti
I Pensieri di J.K. Rowling

Forse nessuno studente (compresi Harry Potter, Ron Weasley, Hermione Granger e Tom Riddle) ha mai esplorato il castello e il comprensorio di Hogwarts così a fondo e illecitamente come i quattro creatori e autori della Mappa del Malandrino: James Potter, Sirius Black, Remus Lupin e Peter Minus.
James, Sirius e Peter non avevano inizialmente alcuna intenzione di esplorare di notte il territorio intorno alla scuola solo per fare una birichinata (sebbene anche questo aspetto abbia giocato la sua parte), ma furono poi spinti dal desiderio di aiutare l'amico Remus Lupin a sopportare la propria licantropia. Prima dell'invenzione della Pozione Antilupo, Lupin era costretto a subire una straziante trasformazione ad ogni luna piena. Quando la sua condizione venne scoperta dai suoi tre migliori amici, insieme cercarono un modo per rendere tale trasformazione meno solitaria e dolorosa. Riuscirono così a imparare a diventare Animagi (non registrati), in modo da poter tenere compagnia all'amico senza correre rischi. La capacità di Sirius Black, Peter Minus e James Potter di trasformarsi, rispettivamente, in un cane, un topo e un cervo, permise loro di esplorare il territorio intorno alla scuola di notte senza essere scoperti. L'interno del castello, contemporaneamente, fu mappato col trascorrere del tempo con l'aiuto del Mantello dell'Invisibilità di James Potter.
La Mappa del Malandrino è una durevole testimonianza dell'avanzata abilità magica dei quattro amici, tra cui il padre di Harry Potter, il suo padrino e il suo insegnante preferito. La mappa che crearono durante la loro permanenza a Hogwarts si presenta come un semplice foglio di pergamena vuoto fino a quando non viene attivata pronunciando le parole "Giuro solennemente di non avere buone intenzioni", una frase che per tre dei quattro creatori dovrebbe essere interpretata come una battuta divertente. Le "cattive intenzioni" a cui si fa riferimento non hanno mai coinvolto la Magia Nera, ma semplicemente l'infrazione delle regole della scuola; inoltre, il fatto che si tratti di una bravata si intuisce anche dalla scelta dei loro soprannomi, che si leggono sulla mappa ("creata dai Signori Lunastorta, Codaliscia, Felpato e Ramoso").
La magia utilizzata nella creazione della mappa è avanzata e sbalorditiva. I creatori si avvalsero, tra i tanti, anche dell'Incantesimo Homunculus, che permette al possessore della mappa di seguire i movimenti di ogni persona presente nel castello, e stregarono la pergamena affinché respingesse (nel modo più offensivo possibile) la curiosità dei suoi nemici, come ad esempio Severus Piton.
Anche se nei libri di Harry Potter non vengono descritte le circostanze precise in cui i creatori persero la loro mappa, è facile ipotizzare che probabilmente i quattro si siano spinti troppo oltre e siano stati messi alle strette da Argus Gazza, forse in seguito a una soffiata di Piton, che in tutti modi cercava di mettere in cattiva luce il suo grande rivale James Potter. Questa meravigliosa mappa venne confiscata durante l'ultimo anno di scuola di Sirius, James, Remus e Peter e nessuno di loro fu più in grado di recuperarla sottraendola a un ben preparato e sospettoso Gazza. Ad ogni modo, le loro priorità cambiarono durante gli ultimi mesi di scuola, divenendo ben più serie e focalizzate sul mondo al di fuori di Hogwarts, dove Lord Voldemort stava con successo salendo al potere. Ben presto i quattro creatori della mappa entrarono a far parte dell'organizzazione segreta guidata da Albus Silente, l'Ordine della Fenice, e la mappa della loro scuola - indipendentemente da quanto fosse geniale- non fu loro più utile e divenne solo un ricordo nostalgico.
La Mappa del Malandrino fu invece di grande utilità per i giovani gemelli Weasley. La storia di come Fred e George siano venuti in possesso della mappa è raccontata in Harry Potter e il prigioniero di Azkaban. In segno della loro grande stima nei confronti di Harry Potter e della convinzione che avrebbe avuto bisogno di aiuto considerando il suo destino a loro non del tutto chiaro, decidono di regalargli la mappa, passandola inconsapevolmente al figlio di uno dei suoi creatori.
La mappa viene successivamente confiscata a Harry Potter da un Mangiamorte che si introduce con un travestimento nella scuola per sottrarre ciò che considererà una probabile fonte di informazioni.


Torna in cima





Nota link



Nel 1995 si viene a scoprire che la Mappa del Malandrino non mostra la Stanza della Necessità, che resta 'misteriosamente' occultata, poiché è indisegnabile, in quanto appare solo all'occorrenza e muta forma e dimensioni i desideri di chi entra. Tuttavia è anche possibile che non vi sia segnata per gli autori della mappa non ne conoscevano l'esistenza.


Torna in cima

Riferimenti link



Nel 1993, la Mappa del Malandrino è usata da Harry Potter raggiungere Mielandia a Hogsmeade, usando il passaggio segreto celato dietro la statua della #.Strega Gobba. Inoltre, è proprio grazie alla mappa che Remus Lupin si rende conto che per Peter Minus, l'amico di un tempo trasformatosi in traditore e servo do Lord Voldemort è ancora vivo (HP PdA).
L'anno successivo Harry se ne serve per andare e tornare dal bagno dei Prefetti, dovem dietro sufferumento di Cedric Diggory trova la soluzione dell'indovinello che lo porterà alla seconda prova del Torneo Tremaghi. (HP CdF).
Durante la dittatura di Dolores Umbrige la Mappa del Malandrino veniva usata per controllare che in corridoio prima di fare uscire dalla Stanza delle Necessità i membri dell'Esercito di Silente (HP PM).
Per tutto il quinto anno, Harry la usa per spiare le losche manovre di Draco Malfoy (HP PM).
Infine, il trio se ne serve per guardare cosa succede a Hogwarts mentre loro somo alla ricerca degli Horcrux. (HP DdM)


Torna in cima

I Pensieri di J.K. Rowling link


(Esclusivo di Pottermore)


« La Mappa del Malandrino è diventata poi una specie di persecuzione per il suo creatore originario (io stessa), dal momento che concedeva a Harry un po' troppa libertà di informazione. Non ho mai mostrato Harry mentre recupera la mappa dall'ufficio vuoto del (presunto) Moody Malocchio e talvolta mi pento di non aver approfittato di questo errore per lasciarla lì. Tuttavia, mi piace molto la scena in cui Harry guarda il puntino di Ginny muoversi per la scuola in "Harry Potter e i Doni della Morte" e, di conseguenza, a conti fatti sono contenta di aver permesso a Harry di rivendicare questa sua legittima proprietà. »






Mappa del Malandrino è presente 48 volte nelle nostre citazioni dai Libri di Harry Potter.
Leggile Ora

4 immagini nella Galleria Fotografica di HarryWeb.net raffigurano Mappa del Malandrino
Guardale Ora

Cronologia


1976 (1 Settembre)
Sirius Black, Remus Lupin, Peter Minus, James Potter, Lily Evans e Severus Piton cominciano il loro sesto anno ad Hogwarts

Sirius, Remus Lupin, Peter Minus e James esplorano il castello trasformandosi in animali ed imparano più posti segreti di chiunque, persino di Gazza.Loro creano la Mappa del Malandrino, firmandola con i loro nomignoli: Lunastorta (Lupin), Codaliscia (Minus), Felpato (Black) e Ramoso (Potter).
1993 (18 Dicembre)
Harry riceve la Mappa del Malandrino da Fred e George e si reca ad Hogsmeade. Scoprirà che Sirius Black è il suo padrino.
1995 (21 Gennaio)
Harry vede nella Mappa del malandrino Crouch nell´ufficio di Piton . Sulle scale Harry si imbatte in Gazza , Piton e Moody





Info
Stai guardando TID 4666
(EID 43 - REV 3 By Charlotte_Mills)
September 17, 2017

R0 R1 R2 R3

34082 visualizzazioni

Modifica