Pensatoio

    Pagina Catalogata come Oggetti


Un Pensatoio è un piatto largo e basso di pietra o metallo, spesso finemente decorato o intarsiato di pietre preziose, e colmo di incantesimi potenti e complessi. I Pensatoi sono rari, perché solo i maghi più esperti li usano e perché la maggior parte dei maghi ne è intimorita.
I presunti pericoli del Pensatoio hanno a che vedere con il potere che esso esercita su pensieri e memorie. Grazie alla magia, il Pensatoio è in grado di ricreare le memorie in modo che possano essere rivissute, cogliendo ogni dettaglio immagazzinato nel subconscio e riproducendolo fedelmente, cosicché il proprietario o (e qui sta il pericolo) un'altra persona possano entrare nei ricordi e muoversi all'interno di essi. È inevitabile che chi ha qualcosa da nascondere, chi si vergogna del proprio passato e chi vuole proteggere i propri segreti o semplicemente la propria riservatezza diffidi dei Pensatoi.
Usare il Pensatoio per organizzare ed esaminare pensieri e idee è ancora più difficile e pochissimi maghi riescono a farlo. Albus Silente usa il Pensatoio di Hogwarts in questo modo, soprattutto nel capitolo Trenta di Harry Potter e il Calice di Fuoco, quando aggiunge i pensieri al Pensatoio e il volto di Harry diventa quello di Piton; in quel modo Silente si ricorda del collegamento segreto tra Piton e Harry (ovvero che il professore era innamorato della madre del ragazzo ed è costretto per onore a proteggerlo, seppur con riluttanza).
È tradizione che il Pensatoio venga seppellito col proprio padrone, come la bacchetta, perché è considerato un manufatto estremamente personale; qualsiasi pensiero o ricordo rimasto nel Pensatoio viene similmente interrato con esso, se non diversamente specificato dal suo proprietario. Il Pensatoio di Hogwarts, tuttavia, non appartiene a un individuo ma alla scuola. È stato usato da generazioni di presidi che vi hanno depositato le proprie esperienze in forma di ricordi. Essi formano un'inestimabile biblioteca di riferimento per il preside o la preside in carica.
Il Pensatoio di Hogwarts è fatto di pietra riccamente scolpita e vi sono incise delle rune Sassoni modificate, che fanno pensare si tratti di un manufatto antichissimo, anteriore perfino alla scuola. Secondo una leggenda (mai dimostrata), i fondatori trovarono il Pensatoio semisepolto proprio nel punto in cui avevano deciso di erigere la scuola.
Il suo nome inglese, "Pensieve", è omofono di "pensive", che significa "meditabondo"; ma è anche un gioco di parole, perché "sieve" vuol dire "setaccio" e allude alla capacità dell'oggetto di filtrare dei significati da un nugolo di pensieri o ricordi. (Esclusivo di Pottermore)

L'utilizzo di tale oggetto è abbastanza semplice: basta sfiorare la sostanza argentea con una parte del corpo e si finisce risucchiati all'interno del ricordo. (HP CF 30).




Pensatoio è presente 71 volte nelle nostre citazioni dai Libri di Harry Potter.
Leggile Ora

Cronologia


1995 (31 Maggio)
Harry ha un sogno di Voldemort durante Divinazione
Harry va nell´ufficio di Silente e scopre il Pensatoio





Info
Stai guardando TID 4398
(EID 40 - REV 2 By Percy_Smith)
August 23, 2017

R0 R1 R2

9075 visualizzazioni

Modifica