Riflessioni sulle Bacchette

(anche "Thoughts About Wands" by Amy Z)
    Pagina Catalogata come Supposizioni, teorie, approfondimenti

Testo tradotto (italiano)
Testo originale (inglese)

Torna in cima





Testo tradotto (italiano) link



Le streghe e i maghi possono riconoscere facilmente le loro bacchette, così facilmente che sembra essere fatto attraverso un senso diverso dalla vista: Harry la riconobbe subito quando Amos Diggory la sollevò nel capitolo 9 di Harry Potter e il Calice di Fuoco.

Possono anche facilmente abbinare una strega o un mago alla sua bacchetta, o almeno Lupin lo ha fatto nella Stamberga Strillante (lancio le bacchette di Harry, Ron e Hermione, quella giusta per ciascuno) (HPPA capitolo 17).
Ancora una volta, questo è dato da un qualche senso magico che collega una persona alla sua bacchetta?Avrebbe potuto farlo chiunque con giusti riflessi o è perché Lupin li conosceva? O è semplicemente che aveva visto le loro bacchette molte volte nelle loro mani, e le differenze di dimensioni e colore sono evidenti per maghi e streghe, sebbene possano essere troppo sottili per la tua mente babbana? (Ripenso ad un affascinante studio che ho visto in televisione, di bambini aborigeni australiani la cui capacità di individuare quale piccola roccia fosse mancante da un assortimento che avevano appena visto per 60 secondi, stava sorprendendo da qualcuno della mia cultura).


Ogni bacchetta è unica e univoca per la strega/mago (quindi per Ron sarebbe stato difficile ordinarla con un gufo nella Camera dei Segreti, anche se avesse voluto dire ai suoi genitori che ne aveva bisogno) e sebbene sia possibile Usare la bacchetta di qualcun altro, non funzionerà tanto bene (Olivander, HPPF capitolo 5). Come poteva Ron usare una bacchetta fatta a mano? Questo verrà svelato ad un certo punto? Qualcuno usa la bacchetta di qualcun altro e i risultati non sono abbastanza potenti per fare quello che vorrebbe fare?


Sono apparentemente abbastanza facili da rompere; a Ron si è spezzata nell'incidente automobilistico e ad Hagrid è stata rotta quando è stato espulso. Per quest'ultimo, essendo un tentativo deliberato di privare un mago del suo potere (a differenza della violenza senza intenti che ha rotto quella di Ron), servirà una magia potente. Se non fosse così, è abbastanza spaventoso, dato che in un duello si potrebbe facilmente disarmare l'avversario rompendo la sua bacchetta. Anche spaventoso, perché sappiamo che la bacchetta di Harry è una delle poche armi al mondo che è efficace contro Voldemort, certamente l'unica cosa che può bloccare il suo Avada Kedavra. È una cosa potente e fragile da tenere tra il bene del mondo e Voldemort. Forse Fanny potrebbe essere persuasa a donare un arma magica piena di piume - da qui il nome "L'Ordine della Fenice"?




Torna in cima

Testo originale (inglese) link




Witches and wizards can identify their own wands very easily, so easily that it seems to be done by a sense other than sight: Harry knew his immediately when Amos Diggory held it up in GF9.


They can also easily match up another witch/wizard and her/his wand, or at least Lupin did in the Shrieking Shack (he threw Harry, Ron, and Hermione their wands, the right one to each) (PA17). Again, is this done by some kind of magical sense that connects a person to her/his wand? Could anyone have done this with a moment's reflection, or is it because Lupin knew them? Or is it simply that he had seen their wands in their hands many times, and the differences in size and color are obvious to wizards and witches, though they might be too subtle to your average Muggle? (I think of a fascinating study I saw on TV, of Australian Aboriginal children whose ability to pick out which small rock or twig was missing from an assortment they had just seen for 60 seconds was astounding to someone from my culture.)


Every wand is unique and uniquely matched to the witch/wizard (therefore, Ron would've had a hard time owl-ordering one in CS, even if he'd been willing to tell his parents he needed one), and although you can use someone else's wand, it won't work as well (Ollivander, PS5). How could Ron use a hand-me-down wand, then? Is this going to figure into a plot at some point? Someone uses someone else's wand and the results aren't powerful enough to do what she/he needs to do?


They are apparently quite easy to break; Ron's snapped in the car accident and Hagrid's was broken when he was expelled. The latter, being a deliberate attempt to deprive a wizard of his power (unlike the intent-less violence that snapped Ron's), might take powerful magic. If not, it's pretty scary, since in a duel one could easily render one's opponent helpless by breaking his/her wand. Scary, also, because we know that Harry's wand is one of the few weapons in the world that's effective against Voldemort, certainly the only thing known that can block his Avada Kedavra. That's a mighty fragile thing to have standing between the well-being of the world and Voldemort. Maybe Fawkes could be persuaded to donate a magical army's worth of feathers--hence the name, "The Order of the Phoenix"?









Info
Stai guardando TID 5195
(EID 46 - REV 1 By Marina_Lightwood)
August 7, 2017

R0 R1

5688 visualizzazioni

Modifica