Pozioni e fatture d'amore secondo i Babbani

    Pagina Catalogata come Supposizioni, teorie, approfondimenti

FATTURE D'AMORE
POZIONI E FILTRI
ALTRO

Si è sempre pensato che i Babbani fossero estranei alla magia, ma non è propriamente così.
Loro infatti "credono" in una magia un po' diversa. Di seguito analizzeremo
le pozioni e le fatture d'amore realizzate dai Non- Maghi.

Torna in cima





FATTURE D'AMORE link



Trifoglio


PREPARAZIONE: cogliere un trifoglio di quattro foglie e collocarlo su una pietra benedetta in precedenza, recitando davanti ad essa le orazioni della messa.
Ponetelo poi entro un mazzolino di fiori che farete odorare dalla persona da cui vorrete essere amati, dicendo mentalmente: "Gabriel illa sunt" e facendo in modo che il vostro ginocchio destro urti contro quello della persona amata.
Continuerete a dire, fissando negli occhi la persona e tenendo il trifoglio nella mano destra:

[i]" Trifoglio a quattro foglie, pianta divina e misteriosa che simboleggi la felicità,la grazia e l'amore
io t'invoco umilmente e confido che eserciterai a mio favore i meravigliosi doni che ricevesti dalla divinità
e che tanto potere esercitarono nel culto sacro dei misteri orfici.
Se la suprema divinità, l'incomparabile Ada Nari,la Iside Indica,
ti dotò di tante rare virtù, io spero essere amato da...(dite il nome della persona)
e godere di quella felicità che tu concedi ai tuoi favoriti".[/i]


Incantesimo del vino


Procuratevi un piccolo oggetto d’oro che appartiene alla persona che desiderate ammaliare e stringetelo tra le mani, pensandola intensamente. Riponete l’oggetto in una tasca e in un bicchiere di vino mettete alcune gocce di sangue di gallo, alcuni chiodi di garofano ed un pizzico di cannella. Sfregate le mani con alcune foglie di brionia; nel corso dell’incontro, con la sinistra stringete l’oggetto d’oro e con la destra offrite il bicchiere di vino: è un incantesimo di sicuro effetto.


L'anello


PREPARAZIONE: prendete un anello d'oro guernito d'un piccolo diamante che non sia stato portato da nessuno.
Lo si avvolge in un pezzo di stoffa verde, e per nove giorni e nove notti, lo si porta sopra la pelle dalla parte del cuore, il nono giorno innanzi il levar del sole, inciderete con un Bolline nuovo, nell'interno dell'anello, la parola "Scheva"; e poi farete in modo d'avere tre capelli della persona dalla quale desiderate essere amato, gli unirete con tre dei vostri dicendo:

"Corpo possa tu amarmi , e che i tuoi disegni siano così ardenti, come i miei per la virtù efficace di Scheva",

Tutto questo legando i capelli intorno all'anello e inviluppandolo con un pezzetto di stoffa di seta.
lo si porta di nuovo sul cuore per sei altri giorni.
Il settimo giorno, a digiuno, lo si scioglie e lo si regala alla persona da cui desiderate essere amato. Se il vostro anello viene accettato, siete sicuri d'essere amati dalla persona del vostro cuore


Rosso rubitno


Procuratevi alcuni peli della barba dell’uomo, fateli bollire con vino rosso, salvia e ruta. Bevete alcune gocce del decotto ed invocate ad alta voce il nome dell’uomo dicendo anche:
“Rosso rubino, vienimi vicino”.


Incantesimo dello specchio


Cercate di catturare con uno specchio abbastanza grande l’immagine del partner, facendo in modo che non se ne accorga. Riponete immediatamente lo specchio in una scatola e copritelo con polvere di verbena: ogni sette giorni prendete un pizzico dell’erba magica e gettatelo sui vestiti dell’amato.



Torna in cima

POZIONI E FILTRI link



Filtri d’amore indiani


Quando una donna vorrà farsi amare da un uomo che non la corteggia, potrà impregnare dello zucchero o con il proprio sangue mestruale o con il proprio sudore.
Se, nonostante questi artifici, l’uomo non risponde al richiamo, il consiglio è di preparare il seguente filtro:
prendete venti grammi di essenza di garofano, dieci grammi di essenza di geranio, duecento grammi di alcool.
Con questo filtro strofinate energicamente le vostre braccia e l’essere desiderato non potrà fare a meno di stringervi a sé con passione.


Filtro dei petali di rosa


Prendete 10 petali di rosa, 5 di verbena e 5 di orchidea, metteteli in una coppa dopo averli triturati finemente ed aggiungete acqua distillata o di fonte. Mentre eseguite il rito ripetete a voce alta: “Io voglio che tu sia legato a me con amore e desiderio”. Lasciate macerare per circa 12 ore e dopo aver filtrato il liquido con una garza passatelo in una bottiglietta. Offrite il filtro nel corso di un incontro.


Filtro della moneta


È necessario procurarsi peli o capelli dell’uomo amato ed una moneta che abbia portato in tasca. Metteteli a macerare per un’ora circa in un boccale di vino, con un po’ di salvia e ruta, poi fateli bollire a bagnomaria per un’altra mezz’ora.
Togliete la moneta dal vino pronunciando a voce alta: “Rosa d’amore e fiore di spina”. Il filtro va fatto bere durante una cena, tenendo la moneta nella mano destra.


Filtro del marsala


Prendete 20 gr. di vaniglia, 1/2 lt. di alcool da liquore e un po’ di marsala, mescolate e filtrate attraverso un vostro indumento intimo. Lasciate sedimentare il filtro per almeno 7 notti e poi offritelo alla persona amata.


Filtro d'amore al garofano e pepe


Versate in una bottiglia di vino rosso 5 cucchiaini di zucchero di canna pronunciando per 7 volte di seguito: “Scheva, deve essere mia”. Conservate la bottiglia in un luogo fresco per 27 giorni di seguito e ogni sera prima di andare a dormire agitatela ripetendo l'invocazione precedente”. Il 28° giorno aggiungete al vino alcuni grani di pepe rosa e alcuni chiodi di garofano; il 29° giorno offritelo alla donna che desiderate.


Filtro dei semi


Bollite a fuoco lento, in acqua distillata, bacche di mirto, anice, zafferano e fiori di lavanda. Pronunciate per sette volte “Per questi semi, per questo fiore, si infiammi il tuo cuore”. Aggiungete al liquido un po’ della vostra saliva e fate bere alla donna amata.


Filtro al mirto


In una notte di luna crescente cogliere delle bacche di mirto e lasciarle macerare in una tazza con succo di limone, vino e zucchero di canna. Esporre ai raggi della luna ed il giorno successivo offrire la Pozione alla donna.



Torna in cima

ALTRO link



Polvere di San Giovanni


Il giorno della vigilia di San Giovanni (23 giugno) cogliete la pianta enula campana, fatela seccare e ridottala in polvere, con ambra grigia formatene un sacchetto che porterete sul cuore per nove giorni.
Trascorsi i giorni fatene inghiottire un poco alla persona del vostro cuore: ella vi amerà.


Pane dell'amore


Fate un bagno molto caldo e cercate di sudare abbondantemente. Raccogliete la maggior quantità possibile del vostro sudore con ovatta.
Prendete della farina ed inumiditela con gli umori sudorali che avrete raccolto.
Impastate la farina allungando la mistura con acqua piovana o rugiada. Ponete in forno e date da mangiare il pane che otterrete alla persona che desiderate ammaliare.


Pane d’avena


Per assicurarsi la fedeltà della persona amata si può preparare un pane speciale. Si prende la farina d’avena, si impasta con sale e latte (non occorre lievito) e si fa cuocere in forno a fuoco lento. Il pane va poi strofinato con foglie d’alloro e regalato avvolto un fiocco rosso.


Polvere d'amore


Procuratevi un po’ di polvere di corno di qualsiasi animale, mescolatela a 3 foglie di menta, 3 foglie di limone e 3 gocce di sangue di colombo. Unite gli ingredienti al caffè, che andrà bevuto in compagnia della persona che desiderate conquistare.


Polvere magica di tormentilla


Prendete una radice di Potentilla Tormentilla e ripetendo continuamente il nome della persona amata pestatela fino a ridurla in cenere. Prendete un po’ di polvere, mescolatela al cibo che verrà mangiato dalla donna e ripetete a bassa Voce: “Tormentilla, tormentilla dammi in pugno la mia bella. Sia schiava o libera per volontà mia. Voglio, comando e posso, cosí sia”.


Polvere d'amore alla brionia


Nella notte magica del 24 giugno, a mezzanotte in punto raccogliete un po’ di foglie di brionia e nel momento in cui le strappate dal ramo dite: “Io vi raccolgo in nome di Habondia, perché mi procuriate l’amore di (nome della donna)” Esponete le foglie per 21 giorni ai raggi della luna, riducetele in Polvere; ogni tanto spargetene un pochino sulle mani della donna amata








Info
Stai guardando TID 5602
(EID 46 - REV 1 By Charlotte_Mills)
August 9, 2017

R0 R1

1974 visualizzazioni

Modifica