Purosangue

(anche Pure-Blood)
    Pagina Catalogata come Mondo Magico - Definizioni

Purosangue menzionati
Nota
Curiosità
Note
Vedi anche

Il termine “purosangue” indica una famiglia o un individuo nelle cui vene non scorre sangue Babbano (non magico). Il concetto è generalmente associato a Salazar Serpeverde, uno dei quattro fondatori della Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts, il cui rifiuto di insegnare a studenti di origini Babbane lo portò a una rottura con i suoi tre soci e a dare le dimissioni dalla scuola.
La discriminazione sostenuta da Serpeverde sulla base della discendenza fu considerata insolita e insensata dalla maggior parte dei maghi di quel tempo. La letteratura contemporanea sostiene che i nati-Babbani non fossero solo ben accettati, ma spesso anche considerati persone particolarmente dotate. Erano conosciuti con l’affettuoso nome di “Magbob” (numerose sono state le discussioni sull’origine del termine e sembra molto probabile che faccia riferimento a persone magiche “spuntate dal nulla”).
L’opinione del mondo magico registrò un cambiamento dopo l’introduzione nel 1692 dello Statuto Internazionale di Segretezza, quando la comunità dei maghi iniziò volontariamente a nascondersi a causa delle persecuzioni condotte dai Babbani. Fu un periodo difficile per streghe e maghi e i matrimoni con i Babbani registrarono i livelli più bassi mai raggiunti prima, soprattutto per timore che i matrimoni misti potessero portare alla scoperta delle leggi dei maghi e, di conseguenza, a serie infrazioni delle stesse.*
In queste condizioni d’incertezza, paura e risentimento la dottrina dei purosangue iniziò a conquistare sostenitori. In generale, coloro che la adottarono furono gli stessi che si erano opposti con maggior ardore allo Statuto di Segretezza, dichiarando invece guerra aperta ai Babbani. Un numero crescente di maghi iniziò a sostenere che il matrimonio con un Babbano non rappresentava semplicemente il rischio di infrangere il nuovo Statuto, ma era qualcosa di vergognoso e innaturale, che avrebbe portato a una “contaminazione” del sangue magico.**
Poiché i matrimoni tra Babbani e maghi furono, per secoli, molto comuni, coloro che ora si dichiaravano purosangue probabilmente non vantavano un numero di antenati maghi superiore a chi non lo faceva. Definirsi un purosangue era come rilasciare una dichiarazione comunicando le proprie intenzioni politiche e sociali (”Non sposerò un Babbano e reputo il matrimonio Babbano/mago riprovevole) piuttosto che affermare un dato di fatto biologico.
Numerose opere di dubbia dottrina, pubblicate all’inizio del XVIII secolo e basate parzialmente sugli scritti dello stesso Salazar Serpeverde, fanno riferimento a ipotetici indicatori dello status di purosangue, indipendentemente dall’albero genealogico. I segni più spesso citati erano: manifestazione di doti magiche prima dei tre anni di età, precoce (prima dei sette anni) abilità nel cavalcare un manico di scopa, disprezzo o paura dei maiali e di coloro che se ne prendono cura (il maiale è spesso considerato un animale non-magico e notoriamente difficile da stregare), resistenza alle comuni malattie infantili, straordinaria attrazione fisica e un’avversione verso i Babbani osservabile anche nei neonati purosangue, che apparentemente mostrano timore e ripugnanza in loro presenza.
Studi successivi condotti dall’Ufficio Misteri hanno dimostrato che questi ipotetici segni distintivi dello status di purosangue non hanno alcuna fondatezza. Ciò nonostante, molti purosangue continuano a citarli a sostegno della loro posizione più elevata all’interno della comunità magica.
All’inizio degli anni Trenta, in Gran Bretagna fu pubblicato in modo anonimo un “Elenco dei purosangue”, in cui erano citati i nomi delle ventotto famiglie considerate davvero purosangue dalla sconosciuta autorità autrice della pubblicazione***, con “l’obiettivo di aiutare tali famiglie a conservare la purezza del loro lignaggio”.
All’inizio degli anni Trenta, in Gran Bretagna fu pubblicato in modo anonimo un “Elenco dei purosangue”, in cui erano citati i nomi delle ventotto famiglie considerate davvero purosangue dalla sconosciuta autorità autrice della pubblicazione***, con “l’obiettivo di aiutare tali famiglie a conservare la purezza del loro lignaggio”. L’elenco dei cosiddetti “Sacri Ventotto” comprendeva le famiglie seguenti:

Abbott
Avery
Black
Bulstrode
Burke
Carrow
Crouch
Fawley
Flint (Flitt in italiano)
Gaunt
Greengrass
Lestrange
Longbottom (Paciock in italiano)
Macmillan
Malfoy
Nott
Olivander
Parkinson
Prewett
Rosier
Rowle
Selwyn
Shacklebolt
Shafiq
Slughorn (Lumacorno in italiano)
Travers
Weasley
Yaxley

Un ristretto numero di queste famiglie disapprovò pubblicamente l’inserimento del proprio nome nell’elenco, dichiarando che tra i loro antenati c’era sicuramente qualche Babbano e che non se ne vergognavano assolutamente. Più forte e molto indignata fu la risposta delle numerose famiglie Weasley che, nonostante la parentela con quasi tutte le più antiche famiglie di maghi della Gran Bretagna, vantavano con orgoglio i propri ancestrali legami con molti interessanti Babbani. Le loro proteste costarono a tali individui l’umiliazione da parte di avvocati della dottrina purosangue e il soprannome “traditori del sangue”. Nel frattempo, molte famiglie protestarono per non essere state inserite nell’elenco dei purosangue.

Torna in cima





Purosangue menzionati link



Alexia Walkin Black

Alphard Black

Andromeda Tonks (nata Black)

Arcturus Black

Cassiopeia Black

Cygnus Black

Druella Black (nata Rosier)

Eduardus Limette Black

Elladora Black

Hesper Black (nata Gamp)

Lysandra Black (nata Yaxley)

Lycoris Black

Melania Black (nata Macmillan)

Orion Black

Phineas Nigellus Black

Phineas Black

Pollux Black

Phoebe Black

Regulus Black

Sirius Black

Ursula Black (nata Flint)

Walburga Black

Jimbo Blishwick

Irma Black (nata Tiger)

Belvina Burke (nata Black)

Barty Crouch Sr

Barty Crouch Jr

Caspar Crouch

Charis Crouch (nata Black)

Marcus Flint

Marvolo Gaunt

Merope Gaunt

Morfin Gaunt

Gregory Goyle

Daphne Greengrass

Isla Hitchens (nata Black)

Bellatrix Lestrange (nata Black)

Rabastan Lestrange

Rodolphus Lestrange

Katherine MacDougal

Morag MacDougal

Ernie Macmillan

Abraxas Malfoy

Astoria Malfoy (nata Greengrass)

Brutus Malfoy

Draco Malfoy

Lucius Malfoy

Narcissa Malfoy (nata Black)

Scorpius Malfoy

Algie Paciock

Alice Paciock

Augusta Paciock

Callidora Paciock (nata Black)

Frank Paciock

Harfang Paciock

Neville Paciock

Antioch Peverell

Cadmus Peverell

Ignotus Peverell

Charlus Potter

Dorea Potter (nata Black)

James Potter

Fabian Prewett

Gideon Prewett

Ignatius Prewett

Lucretia Prewett (nata Black)

Muriel Prewett

Eileen Piton (nata Prince)

Evan Rosier

Salazar Serpeverde

Vincent Tiger

Dolores Umbridge

Arthur Weasley

Bilius Weasley

Cedrella Weasley (nata Black)

Bill Weasley

Charlie Weasley

Fred Weasley

George Weasley

Ginny Weasley

Molly Weasley (nata Prewett)

Percy Weasley

Ron Weasley

Septimus Weasley

Yaxley


Torna in cima

Nota link



Vengono chiamati Traditori del sangue quei maghi purosangue che rifiutano la differenza tra babbani e maghi.
Nella saga questo termine compare la prima volta quando Orvoloson Gaunt lo usa per insultare la figlia Merope “colpevole” di essersi innamorata di un babbano, Tom Riddle.

Nel 1995, quando Sirius Black offre la propria casa al numero 12 Gimmauld Place come sede dell’Ordine della Fenice, l’elfo domestico Kreacher spesso insulta il suo padrone ei membri dell’ordine chiamandoli, appunto, Traditori del sangue, anche il ritratto della madre di Sirius, spesso aggredisce tutti quelli che le giungono a tiro con questa e altre formule “razziste”.

Una famiglia di traditori di sangue è la famiglia Weasley, la quale intrattiene ha rapporti con i non maghi, non ha pregiudizi né sui mezzosangue né sui nati-babbani.

Durante la Seconda Guerra Magica i Traditori del sangue vengono perseguitati come i nati-babbani (in inglese Mud-Blood) e come quella parte di mezzosangue (in inglese Half-Blood) in disaccordo con le teorie puriste del Signore Oscuro e dei Mangiamorte.

Torna in cima

Curiosità link



Lord Voldemort, discendente di Salazar Serpeverde, è un sostenitore della purezza del sangue, eppure la sua genealogia non è pura: infatti, suo padre, Tom Riddley era un babbano,quindi, lui è un mezzosangue (Half-Blood).

Torna in cima

Note link


* Nei successivi decenni e secoli, il numero di matrimoni misti riprese ad aumentare raggiungendo i fiorenti livelli dei nostri giorni e questo non ha comunque portato al diffondersi della scoperta della comunità magica nascosta. Il professor Mordicus Egg, autore di La Filosofia del Banale: perché i Babbani preferiscono non sapere, sottolinea che in generale i Babbani non sono portati a tradire i propri mariti o mogli, e se dichiarano che il loro amore è finito, sono oggetto di scherno da parte della loro stessa comunità quando affermano che il partner dal quale si sono separati è una strega o un mago.
** In realtà, sembra essere vero il contrario. Nelle famiglie che continuano ad aderire alla pratica di sposarsi all’interno di una gruppo molto ristretto di streghe e maghi sembra che l’unione provochi una certa instabilità mentale e fisica.
*** In molti pensano si tratti di Cantankerus Nott.

Torna in cima

Vedi anche link

Pregiudizio. Uno dei grandi temi dei libri







Purosangue è presente 44 volte nelle nostre citazioni dai Libri di Harry Potter.
Leggile Ora

1 immagini nella Galleria Fotografica di HarryWeb.net raffigurano Purosangue
Guardale Ora





Info
Stai guardando TID 4692
(EID 128 - REV 2 By Percy_Smith)
August 22, 2017

R0 R1 R2

54922 visualizzazioni

Modifica